Il libro che non ti aspetti

“Perché l’amore è semplice, è amare che a certe volte è complicato”

Il libro che non ti aspetti è uno di quei libri di cui hai sentito parlare, magari sommariamente, e che giudichi, senza ovvi motivi e il più delle volte con naturale pregiudizio, un libro stupido o comunque che non vale la pena leggere. Poi capita che ne senti parlare bene da una persona fidata allora lo leggi e scopri che non solo è leggibile, ma che in un modo o nell’altro parla di te. Il libro di cui sto parlando è “Che ci importa del mondo” di Selvaggia Lucarelli.

Che ci importa del mondo

Come definirlo in tre aggettivi? Scorrevole, piacevole ma soprattutto umano. Sì perché parla delle difficoltà quotidiane di un madre come tante di farsi spazio in un mondo di leoni – tra il contesto lavorativo, il più delle volte che assomiglia più ad una giungla e il la vita privata, tra un figlio da accudire e un sentimento in ascesa da gestire. Selvaggia è sorprendente: mette in luce stati d’animo così banali di cui però facciamo fatica a parlare, proprio perché li consideriamo banali, ma banali non sono, perché evidentemente ci toccano e ci fanno stare male.

Nel libro si alternano momenti di ilarità, in cui vi troverete a sorridere e a ridere da sole, ma anche numerosi momenti seri dove non nego che una lacrima (e anche più di una possa scendere). Non sono qui per raccontarvi la trama (anche perché il libro è lungo più di 500 pagine) ma per invitarvi a non fermarvi alle apparenze (non solo con i libri ma anche e soprattutto con le persone). Riporto qui una frase del libro in cui mi sono ritrovata:

Cerca di fare il lavoro che più ti piace. Non quello che ti farà guadagnare di più, ma quello che non smetterai di fare anche quando starai facendo altro. E non perché non riuscirai a smettere di lavorare ma perché sarà la tua passione, e la ritroverai in tutto. Nelle cose, nelle persone, nei luoghi. Studia. E non per collezionare qualche A. Ma per difenderti, per non permettere a nessuno di raggirarti. Perché è bello sapere. Fare collegamenti. Avere letture diverse. Sii curioso, leggi informati, continua a fare domande come le fai oggi, chiediti il perché di tutto e ricordati che le risposte non si trovano, si cercano.

Brava Selvaggia.

Ma soprattutto grazie.

 

“Il resto – ossessioni, ansie, struggimenti – è roba che ha a che fare con l’affanno. E l’amore felice non si affanna”.

Annunci

One thought on “Il libro che non ti aspetti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...