Se il segreto della felicità fosse…

piediSo che ho già dedicato un post a questo tema.

So che molti di voi già solo leggendo il titolo diranno “ancora a scrivere di felicità”…
Permettetemi di essere ripetitiva.. lo ammetto lo sono e a volte me ne vergogno.
Comunque la risposta è “sì sono qui ancora per scrivere di felicità”. E ora vi spiego anche perché…

Per anni leggendo le rubriche dei giornali più disparati mi sono sempre chiesta cosa significasse realmente la frase “continuare a stupirsi”… e chissà quante volte mi sono riempita la bocca di questa frase, senza averne colto il vero senso.

Poi ultimamente ho capito cosa significasse realmente… nella vita di tutti giorni, in famiglia, in coppia, con le amicizie, al lavoro.. con noi stessi. Ho capito che è bellissimo continuare a stupirsi quando si vede il mare per la prima volta dopo il lungo inverno, quando si impara qualcosa di nuovo, quando si fa la cosa più semplice in due e la si condivide, quando si mangia una torta fatta in casa e se ne assapora la sua genuinità briciola dopo briciola, quando si beve il caffè con un’amica che non vedi da tantissimo tempo o con la collega che vedi tutti i giorni, quando ti svegli nel cuore della notte e allunghi una mano per assicurarti di non essere sola.

Ho capito che continuare a stupirsi è fondamentale. Come è fondamentale non dare nulla per scontato. Mi stupisco quando ho due ore di tempo solo per me, lontano dal rumore e dalla frenesia, quando prima di addormentarmi ripenso alle cose belle che mi sono successe nel corso della giornata. Continuare a stupirsi del tempo che trascorriamo insieme a qualcuno perché crescendo abbiamo capito che il tempo è prezioso e non si può sprecare. Continuare a stupirsi ogni volta che si cena insieme anche se la giornata è stata dura e non priva di ostacoli. Continuare a stupirsi in un’amicizia e magari se necessario dire “proviamo a ricominciare”.

E sapete qual è l’immagine che più associo al messaggio del continuare a stupirsi? Ai bambini che toccano la sabbia per la prima volta e continuano a giocarci per ore, giorni e anni senza mai stancarsi. In fondo cosa c’è di più semplice di un pò di sabbia asciutta che puoi bagnare con l’acqua del mare e scoprire che puoi giocarci all’infinito?

Continuare a stupirmi come segreto per essere felice?

Secondo me sì..

Annunci

2 pensieri riguardo “Se il segreto della felicità fosse…

  1. Ciao Giulia, mi piace quello che scrivi, ma questo post è tuo o è di Emanuela Pavesi che lo ha pubblicato come fosse suo su FB?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...