L’ultima riga delle favole….

L’ultima riga delle favole è il secondo libro di Gramellini che ho letto, dopo Fai bei Sogni.

In questo caso forse è meglio dire “che ho vissuto”.  Il viaggio parte della copertina: un cuore in una gabbia con una mano che lo sta liberando.  Ma soprattutto parte del titolo “L’ultima riga delle favole…” che per chi è eccessivamente romantico come me è un titolo ispirazionale.

Come ho commentato nel mio precedente post  mi piace pensare che “l’ultima riga delle favole” sia proprio quella del lieto fine, quella dove tutto torna a posto, dove si inizia nuovamente a vivere “nonostante tutto”. L’ultima riga delle favole è quella dove sei di nuovo felice, perchè hai vissuto un lungo percorso di crescita.

E così è stato infatti per il protagonista del libro, Tomas, che per la durata della storia effettua un percorso di “rinascita” . Quando inizia questo percorso è cinico, pessimista, si piange addosso, non fa nulla per modificare la sua situazione di torpore senza amore e senza emozioni. Alla fine del libro ricomincia a emozionarsi di nuovo, pulisce la sua anima e incontra la sua anima gemella, Arianna.

Questo libro è arrivato per caso ed è come se mi avesse scelto. Mi aiutato a terminare un percorso ad ostacoli che è iniziato l’anno scorso più o meno in questo periodo e che si sta concludendo. Un percorso che mi ha aiutato a crescere, a capire, a perdonare, un percorso necessario per iniziare di nuovo a vivere . Un percorso di guarigione dell’anima. Questo libro ha accelerato questo percorso e mi permesso di dire “ora sto bene”.

Vi riporto i passaggi che più ho apprezzato!

Capitolo IX

“Finchè continuerai a cercare la soluzione fuori da te, non la troverai. Per attrarre l’amore di un’altra persona, devi prima snidarlo dalla profondità di te stesso”. “Lei è la tua anima. Se non te ne innamori, non amerai mai niente.”

Capitolo XXIV

“Cerca le tue qualità positive ed espandile con l’immaginazione. Poi liberati dalla zavorra dei sensi di colpa e sostituiscili con il senso di responsabilità. Così incomincerai a volerti bene per quello che sei, ma proverai anche il desiderio di cambiare. Amare il prossimo sarà una conseguenza.”

Capitolo XXVIII

“Io adoro le emozioni.”

“Tutti le amano, perbacco, ma pochi le sanno dominare. Distacco: ecco una parola che l’uomo è riuscito a rovinare!”

“Ma significa freddezza.”

“No, distacco vuol dire controllo. Hai imparato a lanciare un desiderio nell’universo. Il rischio adesso è che vada disperso. L’emozione è un fatto fisico, produce lacrime e sudore. E’ zavorra che soffoca e non crea. Per far volare un desiderio serve la leggerezza di un’idea”

…..

“E’ già tutto nel tuo cuore, lascia che ci resti. L’amore è un film muto: togli il volume e concentrati sui gesti. L’azione che rivelerà il tuo intento vale più delle parole che dei gesti fanno scempio. Coi discorsi puoi ingannare, ma convincere e convincerti puoi soltanto con l’esempio”.

Ma la frase che più mi ha aiutato.. a dimostrazione che la verità è semplice e sotto i nostri occhi, è stata questa:

“Innamorarmi della mia anima?! E come si fa?”

“Ti do un indizio….Ricomincia dall’inizio”.

E così ho fatto io. Ho chiuso il libro della nostra bellissima storia che era finita e ne ho iniziato un altro. Questa è stata l’ultima riga della mia favola “Ho capito che abbiamo “fatto un viaggio insieme” poi le nostre strade si sono separate. Ho capito tutto questo in 12 mesi. Non è stato facile: ti ho odiato prima poco poi tanto e ora invece quando parlo di noi ne parlo senza dolore, senza rancore. Sono serena, non rimpiango nulla. Sono consapevole del bellissimo viaggio che e’ finito e credo di essere pronta a iniziarne un altro anche se sai che faccio fatica ancora e probabilmente allontano invece che avvicinare. Ma non ho fretta… quando sara’ sara’…”

Annunci

6 pensieri riguardo “L’ultima riga delle favole….

  1. ciao giulia
    complimenti per il blog e questo post l ho trovato molto ben fatto, sei una lettrice abilissima nelle recensioni accattivanti … questo libro mi è stato prestato e devo ancora cominiciarlo, ora dopo averti letto lo farò più da convinta:-)
    se ti va ho anche io un blog (minuscolo il mio pero) e mi farebbe piacere uan tua visita
    daniela
    da
    https://infusodiriso.wordpress.com/

    1. Ciao Daniela ogni volta che ricevo un commento ai miei post mi batte il cuore. Grazie!! Ho dato una sbirciatina al tuo di blog e mi sembra tutto fuorché “piccolo”: bel design, ma soprattutto frequenza quasi giornaliera (che invidia!!!!) e argomenti vari e interessanti! Con la scusa che ho poco tempo purtroppo aggiorno poco il mio blog… Anche se di cose ne avrei da dire! Un abbraccio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...