Formentera: gli incontri

Ci sono persone che incontri tutti i giorni che non ti lasciano nulla.. altre che incontri una volta sola e che ricordi per più tempo.

Alcune persone le ricordi perchè ti hanno lasciato un’emozione, difficile da spiegare con le parole. Ti lasciano qualcosa che conosci solo tu, nel profondo del tuo cuore.

Altre, invece, ti rimangono in mente perchè ti hanno raccontano una storia, un percorso, una scelta, a volte involontariamente ti hanno raccontato la loro vita.

Anche nel corso di una vacanza puoi fare questi incontri. Vi racconterò di due persone, molto diverse tra loro, che ho incontrato a Formentera, due persone che si sono fermate e che hanno raccontato la loro vita: Francisco e Matteo.

Francisco è il classico personaggio “sciupafemmine”, il nativo del posto che ogni anno d’estate da maggio a settembre incontra ragazze che vanno a Formentera per vacanza o per lavoro e se ne innamora. Il suo amore ha le ore contate, è fatto di attimi e momenti, ha la scadenza. Non è preoccupato che finiscano… sa che il giorno dopo ci sarà un’altra ragazza pronta per lui per una notte o poco più. L’iter è lo stesso per tutte. Poche variazioni, tante emozioni. Basta. Francisco è così: lo incontri, due risate, una battuta simpatica, una di troppo e poi l’invito ad un giro in moto “esclusivo” dell’isola, di posti che solo lui conosce. Francisco ha gli occhi che raccontano di tante donne, di lingue e paesi diversi, ha gli occhi di un uomo che ha sofferto tanto per amore e che ora ha paura di andare oltre al primo o al secondo incontro. Probabilmente scappa proprio quando inizia a stare bene con una persona. IO glielo chiedo “ma tu hai sofferto tanto per amore, vero?” e lui non mi risponde… ma è come se lo facesse, abbassando con un pò di vergogna lo sguardo.
Sono sicura, caro Francisco, che prima o poi smetterai di scappare. IO per il momento declino l’invito. Forse sono un pò come lui.

L’altra persona che incontriamo è Matteo di Roma! E’ scappato dall’Italia e si è rifugiato come molti a Formentera. Ha aperto un bar con la sua ragazza Giulia e ogni volta che arriva un nuovo cliente la sua accoglienza è unica. Si siede con noi mentre gustiamo una buonissima colazione e senza che gli chiediamo nulla ci racconta la sua vita, come se fosse normale o come se noi gliel’avessimo chiesto. Ci racconta di come stava male in Italia, di come ne fosse deluso, di come non ci fosse posto per lui. Poi ci guarda e ci dice “voi siete l’Italia che lavora, quella più fortunata, vero?“. Matteo è molto deluso dalla patria, ma allo stesso tempo ha trovato la sua dimensione, semplice e genuina. D‘estate si lavora molto, d’inverno invece mi riposo e passeggio in spiaggia con il mio cane. Non rimpiango per nulla i ritmi frenetici della mia città, Roma, il traffico, il casino e il voler riempire a tutti i costi ogni momento della giornata.

In bocca al lupo ragazzi 🙂

Annunci

2 thoughts on “Formentera: gli incontri

  1. Un uomo solo dallo sguardo in bilico tra divertimento e vuoto interiore… Grazie per questo post che mi ricorda momenti felici 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...