Nel dubbio scrivo un post..

Ci penso da un pò di tempo e forse è proprio l’atmosfera così bianca e ovattata di questi giorni che mi ha dato l’occasione per pensarci ancora di più. Partirò dall’inizio del mio ragionamento… forse contorto, forse giusto ma comunque esistente. Tutto nasce dalla consapevolezza di ciascuno di noi di avere dei limiti o chiamiamoli come volete difetti o debolezze sia come carattere sia nella vita di tutti i giorni e nel lavoro. Personalmente, cerco tutti i giorni, ce la metto tutta per migliorare questi limiti con difficoltà ovviamente. A volte mi sembra di vedere dei miglioramenti se guardo il bicchiere mezzo pieno, altre volte cambiando prospettiva cado nel logorante dubbio che non ci sia stato miglioramento e che ogni sforzo sia stato vano. Quindi? C’è una soluzione a questo stato d’animo? Non lo so. So solo che non c’è un punto di arrivo, che si può sempre migliorare, ma a volte sembra davvero di essere, come dicono gli inglese, su un rollercoaster

Ed è proprio a partire da questo ragionamento contorto, ma lecito, che camminando questa mattina nella neve, mi è venuto in mente un aneddoto di tanti anni fa quando nella preparazione all’esame di Antropologia Culturale, più studiavo, più mi riempivo la testa di dubbi… ed è li che ho cominciato a intristirmi, se non fosse stato per un’amica di famiglia che mi disse queste parole “se hai dei dubbi, sei sulla buona strada.. significa che stai imparando“. Beh, io quella frase, pur non capendola subito, l’ho sempre tenuta in mente (e dire che tanti anni sono trascorsi..), l’esame andò alla grande (30) e oggi ricordo ancora con piacere nozioni di quella materia che credevo inutile e invece non lo è stata.

Oggi mi ritrovo nella stessa situazione, contorta dal dubbio e questa mattina ho capito che probabilmente sono sulla buona strada. Fin da Socrate nella filosofia si parla del dubbio. Socrate pensa che il dubbio si concilia così con la verità, che è la consapevolezza di sé, a partire dalla quale egli riconosceva come falsa e illusoria ogni forma di sapere che non derivi dalla propria interiorità.

Sant’Agostino dice che il dubbio è una tappa obbligata per approdare alla verità. Cartesio nel seicento sostiene il contrario di Sant’Agostino dicendo che è dalla verità che scaturisce il dubbio. Per Kant invece il dubbio rappresenta un nuovo metodo di indagine filosofica, per indagare le possibilità di accesso alla verità..

Finisce qui questo post.. senza una soluzione.. ma con la speranza di essere sulla buona strada.. Spero di non avervi tediato, ma non è facile esprimere a parole una sensazione interiore. Ho pensato che magari metterla nero su bianco mi avrebbe aiutato a comprenderla meglio… in ogni caso ci ho provato!

Annunci

4 pensieri riguardo “Nel dubbio scrivo un post..

  1. Sai una cosa? è proprio nel dubbio, nel confronto tra le diversità, nella consapevolezza di un gap che in qualche modo vorremmo o sentiamo di dover colmare, che spesso prendiamo coscienza delle nostre capacità, dei nostri confini, delle nostre barriere. Alcuni superabili, altri invalicabili. E’ dal confronto tra le cose, è dal dubbio, è dalla possibilità di migliorare che nascono le soluzioni e le illuminazioni migliori.
    Chi non ha dubbi, forse, non conosce molto di sé e di quanto ancora potrebbe godere della vita e del mondo.

  2. Grazie Gio!
    E’ proprio così.. Il fatto è che era da tanto tempo che “non dubitavo” e quindi sto attraversando una strana sensazione…. ma probabilmente sto solo conoscendo me stessa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...