my new year’s resolutions

Non mi sono mai piaciuti particolarmente i post con questo titolo.. ma quest’anno per dare più ordine alle mille idee e ai mille progetti che mi affollano la mente ho deciso di farlo.. magari fare una lista “pubblica” mi può in un qualche modo aiutare ad individuare gli obiettivi dell’anno e a capire quali errori non ripetere.. Vado alla rinfusa, come piace a me, come un vero e proprio flusso di coscienza, senza maiuscole dopo i punti.. senza troppa attenzione alla punteggiatura e agli schemi.. senza troppa razionalità, ma solo con il cuore aperto..

leggerezza: talvolta mi perdo troppo nei labirinti dei miei pensieri, perdendo di vista il fatto che potrebbe essere un problema solo per me. Do troppa importanza alle parole, a volte dette per caso dagli altri, penso sempre che dietro ad ogni frase e gesto ci sia una strategia.. da oggi voglio considerare le cose con più tranquillità, ma soprattutto con quella leggerezza che ancora poco conosco. devo imparare a farmi scivolare le cose che mi capitano, come in molti quotidianamente mi ripetono, nel lavoro come nella vita privata. gli inglesi lo direbbero in tre parole: TAKE IT EASY!

rilassatezza e calma: fin da quando sono piccola ho sempre avuto questo difetto che crescendo ovviamente è diventato sempre più grande e talvolta ingestibile. ho sempre avuto fretta. fretta di consegnare un compito in classe, fretta di rispondere ad una e-mail, fretta di tornare a casa, fretta di vedere subito risultati tangibili nel lavoro e nella vita privata.. insomma fretta di arrivare.. ma si sa, quando si ha fretta c’è il rischio di bruciarsi e di bruciare, c’è il rischio di non vivere al meglio tutte le tappe. forse è arrivato il momento di rileggere siddharta, dove il tema dell’attesa era sviscerato in ogni suo lato.

impegno con obiettivi chiari, precisi a medio e lungo termine: a volte faccio troppe cose e con troppa ansia… a volte solo con l’obiettivo di farle. me lo dicono un pò tutti. mi devo fermare. prendere un foglio bianco, fare una lista, dare le priorità e capire cosa può portarmi ognuna di quelle attività non solo a medio ma anche a lungo termine.

amicizie: coltivarle ancora di più e con il cuore. ascoltare anche chi non chiede esplicitamente di essere ascoltato. aiutare soprattutto coloro che si mostrano forti fuori ma che dentro stanno lentamente morendo. non è facile per tutti chiedere aiuto ed è per questo che voglio aiutare anche solo con un sorriso, una frase leggera e una risata chi ne ha più bisogno.

viaggiare, conoscere, confrontarsi e mai sedersi: voglio viaggiare ancora di più, voglio conoscere luoghi e culture diverse dalle mie, amarle, odiarle e desiderarle per poi tornare alla mia cultura ed apprezzarla ancora di più. voglio confrontarmi per mettermi in discussione e capire che in fondo quello che ho sempre pensato fosse giusto in realtà non lo è. voglio cadere ancora e rialzarmi sempre più forte. voglio piangere e sentirmi dire “oggi piangi, ma ricordati che domani sarai più forte”… voglio ridere fino a quando mi farà male il petto e stare sveglia fino al mattino per non perdermi altri bellissime albe..

Annunci

6 thoughts on “my new year’s resolutions

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...