Matteo Renzi, umano troppo umano

Domenica 3 Aprile ho partecipato ad una conferenza di Matteo Renzi, giovanissimo sindaco della città di Firenze (anno 1975….forse uno dei pochi che abbassa la media in maniera dignitosa della classe politica italiana).

Con la “scusa” della presentazione del suo libro, intitolato “Fuori”, Renzi ha fatto emergere un aspetto di sè, che ahimè, in Italia, non avevo ancora individuato in nessun altro politico: l’umanità. L’umanità di fronte alle tragedie di salire su un palco, davanti a milioni di persone, di affrontare la verità e la realtà.

Per esprimere al meglio questo concetto Renzi ha mostrato il video di uno speech tenuto in occasione della tragedia accaduta a Gennaio in Arizona.. dove hanno perso la vita 6 persone, tra cui la piccola Christine nata l’11 Settembre 2011.

Ecco le parole più belle che ha detto Obama di Christine”That’s what I believe, in part because that’s what a child like Christina Taylor Green believed. Imagine: here was a young girl who was just becoming aware of our democracy; just beginning to understand the obligations of citizenship; just starting to glimpse the fact that someday she too might play a part in shaping her nation’s future. She had been elected to her student council; she saw public service as something exciting, something hopeful. She was off to meet her congresswoman, someone she was sure was good and important and might be a role model. She saw all this through the eyes of a child, undimmed by the cynicism or vitriol that we adults all too often just take for granted.I want us to live up to her expectations. I want our democracy to be as good as she imagined it. All of us – we should do everything we can to make sure this country lives up to our children’s expectations”

Scusate per questa divagazione ma credo che sia giusto mostrare l’umanità di un presidente che Renzi ha posto sia come esempio per il pubblico presente,  ma anche come esempio per la vita di un politico che sceglie di intraprendere questo mestiere.

Il significato fuori nel suo libro è doppio: da un lato vuole che una certa classe politica vada fuori per anzianità, dall’ altro è un invito ad allontanarsi da un modo di fare politica che ultimamente va molto di moda: rude, violento e insensibile, suggerendo quindi maggior rispetto e umanità.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...